allenamento vibratorio

pp2Allenamento su una pedana vibrante? Ultima bufala sul fitness? Com’è possibile che un allenamento così breve porti così tanti benefici?

Allenarsi con le vibrazioni non significa fare una specie di massaggio o una sorta di ginnastica passiva.

Il corpo sulla pedana vibrante non trema soltanto ma si adegua automaticamente a questi stimoli meccanici rispondendo con il cosiddetto riflesso di stiramento.

Infatti, la vibrazione dei muscoli stimola le terminazioni primarie del fuso muscolare che eccita i motoneuroni, causando la contrazione riflessiva del muscolo (definito come riflesso tonico di vibrazione). Si tratta di una risposta neurologica.

I primi studi sulle vibrazioni meccaniche con effetto sui muscoli sono dovuti ad un italiano, C. Bosco (1943 – 2003), ”santone” dell’allenamento vibratorio (AV), che ha svolto i suoi studi nell’ex Unione Sovietica nell’ambito dei programmi aerospaziali. Si era osservato che gli astronauti, dopo una lunga permanenza nello spazio, presentavano seri problemi di osteoporosi e notevole perdita di massa muscolare. Dopo un periodo di allenamento vibratorio, la massa muscolare si rafforzava e aumentava; inoltre, la densità ossea migliorava senza essere sovraccaricata.

L’ AV è in grado di provocare anche una risposta ormonale di tipo adattivo; in una sola seduta di AV si nota un aumento della concentrazione di Testosterone e dell’ormone GH, che contribuiscono all’aumento del metabolismo, oltre ad una diminuzione del Cortisolo. È noto che l’ AV, se ripetuto costantemente nel tempo, può stabilizzare l’adattamento ormonale a vantaggio di una miglior funzionalità neuromuscolare.

Gli effetti benefici di questo magnifico strumento, la pedana vibrante, sono molteplici:

  • Aumenta l’elasticità
  • Migliora la densità ossea (osteoporosi)
  • Aumenta il metabolismo (dimagrimento)
  • Favorisce la circolazione (cellulite)
  • Migliora le performance sportive (es. aumento della forza)
  • Migliora il tono muscolare
  • Aumenta la produzione di collagene (elasticità della pelle)

L’ AV è adatto a molti, ma non a tutti. Ci sono alcune controindicazioni (es. gravidanza, diabete, ecc.) ed è importante affidarsi a personale esperto per una valutazione preliminare.

Esistono diversi tipi di pedane vibranti sul mercato ma diffidate di quelle che non possiedono le certificazioni di qualità necessarie a garantire la vostra sicurezza e l’efficacia dell’allenamento.

Enter your email address to subscribe to this blog and receive notifications of new posts by email.

Unisciti a 250 altri iscritti

Stats